Approfondimenti


 

Aggiornamenti da SISDCA - 4/2021

La complessità e l’incertezza in cui abbiamo vissuto in questi mesi assumono colori nuovi; una certa speranza si associa ad un senso di stanchezza creando una iridescenza emotiva. Tutto appare precario e fluttuante mentre tutto appare ormai accolto e reinterpretato.
 
1
Una gran bella notizia!

In queste settimane si sono iscritti un bel numero di nuovi associati. Il numero degli iscritti cresce vistosamente con molti giovani e meno giovani che si iscrivono anche per la prima volta alla nostra società. Frutto di una campagna di reclutamento sospinta da PKE, frutto della serie di webinar che stanno arricchendo il nostro Master con Unitelma, frutto di una accresciuta visibilità sui social. SISDCA offre molte cose ed è attrattiva; speriamo sia anche all’altezza delle loro aspettative. Forse però, lo speriamo, anche frutto di una nuova attenzione ai disturbi della alimentazione; c’è ne sarebbe un gran bisogno per dare ai DA&O nella pianificazione sanitaria quella centralità che meriterebbero.

C’è una gran voglia di apprendere, di saper fare, di fare.
Benvenuti! Auguri a tutti di trovare nella nostra società la risposta ai loro bisogni che sono innanzi tutto di formazione e di accompagnamento alla formulazione di piani assistenziali efficaci e di soddisfazione per gli assistiti e per gli stessi terapeuti.
 
2
Il Master che SISDCA gestisce con Unitelma La Sapienza ha diplomato i suoi primi studenti.

La dottoressa Lamon si è meritata un bel 110 con un lavoro su “indagine sull’utilizzo dei social network in pazienti in cura presso un Centro dei DA nei mesi della pandemia da SARSCOV2, relatore Enrico Prosperi. Il dr. Bellucci ha svolto un lavoro su una configurazione comorbile cruciale. Diagnosi e Trattamento di disturbi borderline di personalità in soggetti adolescenti affetti da DCA, relatore Massimo Cuzzolaro.

3
Il mese di marzo è denso più che mai di iniziative sia perché vi trova spazio l'obesità, la cui giornata mondiale è fissata al quattro marzo, sia perché il quindici marzo è la giornata del Fiocchetto Lilla
. Per noi sono appuntamenti importanti con iniziative nazionali ed altre regionali. Come da nostra strategia e come effetto della tipologia dei momenti succitati, le nostre iniziative vedono sempre presenti altre società e, soprattutto, le associazioni dei familiari e testimonial in recovery. Tra gli effetti della pandemia vi è un fiorire continuo di iniziative online (ne allego una, curata da Pennacchi, tra le tante); tuttavia speriamo che la notevole esposizione sui DA&O serva a dare più voce a tutto il settore come ti segnalo più avanti.

Il 15 marzo sperimentiamo un metodo in parte nuovo di costruzione dei webinar: non più micro-congressi con una serie di relazioni che si susseguono, a volte a dipanare un tema a volte neppure. Dopo una breve introduzione diamo spazio a una lezione magistrale cui seguono molti discussant che interagiscono col relatore/relatrice da diversi punti di vista. E’ un metodo che ho imparato in questa epoca di pandemia nei corsi APA e CDC.

VAI ALLA SCHEDA EVENTO

4
Il sei di aprile l'Academy organizza tramite il PCAC il Grand Meeting
dove finalmente, sì finalmente perché una delle opportunità che l'associazione mondiale offre ai suoi iscritti è di conoscere come si presentano i disturbi dell'alimentazione negli altri paesi e come vi venga fatto fronte, attraverso quali organizzazioni e quali modelli. Infatti questa conferenza web di 2 ore il 6 Aprile, sarà una finestra sul mondo dove saranno presentate le diverse realtà nazionali. Vale veramente la pena partecipare.

5
I nostri social migliorano ancora;
per esempio ad oggi, 11 marzo, 3658 persone hanno visto l’annuncio e locandina del webinar (allegato) e 34 l’hanno condivisa sui loro social. Inoltre tra gli effetti della pandemia si sta imparando ad usare di più e meglio i social, vedi quanto sta producendo AED.
Cerchiamo di raccogliere segnalazioni ed articoli brevi per dare più visibilità a quanto tante realtà stanno meritoriamente facendo.

ALLEGATO 1 immagine-donna-Pennacchi-Locandina-4-Marzo

6
Sulla pagina web www.sisdca.it si è ormai aggiunta, grazie a Lorenzo Donini, una sezione che riporta articoli scientifici
molto utili per l’aggiornamento continuo. Visitala.

7
Non è passato il 15 marzo e già si avvicina il 2 giugno, giornata mondiale sui DA, il World Action Day.
Tra le varie iniziative in preparazione si inserisce quella che sta portando avanti il PCAC di AED. Fare 24h ininterrotte di trasmissione! Si susseguiranno video e presentazioni orali e di poster. Coprire tutto il giorno facilita la connessione – parziale – dai diversi angoli del mondo. Si possono presentare proposte di video relativi a pratiche cliniche o ricerche della durata di 6’ o di 15’ a seconda del topic. La lingua usata può essere anche l’italiano purchè scorrano i titoli in inglese.
Diamo un contributo come società e come paese!

8
Finalmente AED ha deciso di aprirsi alle società che si occupano di obesità
. Ho presentato in AED le società italiane che se ne occupano. Spero che SIO avanzi la richiesta di adesione. Nel frattempo è già entrata a far parte di AED la società per l’obesità argentina.

9
Si tratta di una iniziativa molto ambiziosa ma adeguata per chi consapevole dei cambiamenti epocali imposti dalla pandemia vuole guidare il sistema dei servizi verso assetti conseguenti.
La pandemia finisce con l’essere al contempo un disastro ed una ineguagliabile opportunità per il cambiamento; se lo si sa cogliere. NEJM poco dopo lo scoppio della pandemia ha istituito una sua linea dedicata ai sistemi di cura, Catalyst. Qui (vedi link) organizza un seminario di visione: come saranno i sistemi di cura tra 10 anni. Fare visioni è necessario per chi ha responsabilità di leadership e non si limita a vivere alla giornata seguendo la fluttuazione dei sondaggi. NEJM ha organizzato un evento formidabile:

https://events.catalyst.nejm.org/events/health-systems-in-2030?cid=DM111559_&bid=390889650
Porter, PhD docente ad Harvard, fa una introduzione eccezionale.

Esistono energie qui da noi per fare qualcosa di simile? SISDCA può essere una piattaforma molto interessante anche per questo obiettivo.

10
Allego lo statement del direttore del NIMH, Joshua Gordon sui Disturbi Alimentari.

Anche in questo caso si tratta di indirizzi per i sistemi di cura, da subito. Due elementi emergono nitidi: l’accresciuta attenzione ai DA e l’esigenza che chi ha responsabilità la assuma apertamente. Troppo spesso da noi l’orizzonte coincide con quello del servizio di appartenenza. Molto possono le associazioni dei familiari che possono stimolare dirigenze spesso sonnolenti.

ALLEGATO 2 From-Brain-Mechanism--to-Novel-Therapies-NIMH

11
Data l’attualità dell’argomento, allego un commento sulla campagna di vaccinazione e sulle titubanze su essa in UK
(da The Lancet – Health Europe; l’articolo di Kalyani Sonawane et A. discute su come affrontarle.

ALLEGATO 3 esitazioni-vaccination-Covid-Lancet-16-gennaio-2021
 

 
 
Copyright © 2021 | SICS S.r.l. - Via Boncompagni 16 - 00187 Roma | Partita IVA: 07639150965
 
Con il contributo educazionale DIETOSYSTEM